Lunedì 19 Novembre 2018

*

*

*

***"EFFE", L'AMORE CHE...GARRISCE!***

*

*

La ritrovo in Montreaux novantasette:

Festival Jazz, B.B.King..."il vibrato"...

La sua chitarra "parlante" non smette...

di lei la "voce" che ho sempre ascoltato,

vengono quelle conclusioni perfette:

il dono della sintesi...accennato.

Lei,la mia "penna" emotiva,m'infiamma:

l'unica donna che ho chiamato...mamma.

*

*

Quel vertice ho toccato e sta lassù:

non è platonico...anzi più esteriore;

e scendere di lì non voglio più

perché ci sta lei con il suo amore.

E quel riflesso arriva fin quaggiù:

finché illumina ne sboccia quel fiore.

Sembrava fossi fuggito...ero avvinto:

del "volo" in alto mi ha sempre convinto.

*

*

D'accordo questa è semplice allegoria:

non siamo soli ma bensì "abitati"...

sì da quella "invisibile compagnia"

che sono gli "amori dimenticati".

Già, ogni strumento: chitarre o batteria,

ed ognuno, anche corde oppure fiati;

in se io segno il tempo della pendola:

quell'amore che...garrisce e sventola!

*

*

Lei

aveva

un grandioso amore

e gli chiese

di

sostenerlo insieme;

macché:

lui adesso

cerca di ricomporne

i frammenti...

ma

ricomincia

sempre daccapo.

*

*

domenica, 21 settembre 2014

***************************************************************