Mercoledì 13 Dicembre 2017

***CURIOSITA' ROMANE***

***(STROFE 30)***********

*

*

***IL BIGLIETTO DA VISITA DI MICHELANGELO***

*

1)

*

Raffaello, alla Loggia Farnesina,

da Michelangelo venne cercato,

ma lui nun c'era e co' la carboncina

disegnò un putto lì per lì inventato.

Lo cercavano a decine, noti e ignoti,

tornò e disse: "Questo è del Bonarroti!".

*

*

*

***I FUMETTI DI SAN CLEMENTE***

*

2)

*

So' co' tanto de scrittura...vocale:

primo fumetto ar monno, nun t'inganni,

l'affreschi della navata centrale

alla Basilica de San Giovanni.

Cantava er coro e sonavano cetre:

"Cor còre duro trascinate pietre...".

*

***LE MASCHERE ROMANE - CASSANDRINO***

*

3)

*

Cjà er tricorno, la parucca incipriata,

scarpe co' la fibbia e giubba a coda...

e sott'er papato scena vietata,

ma quello che diceva era de moda.

Co' lui allora tanti ce se 'mpegnano:

la sigla... "Solo Preti Qui Regneno".

*

4)

*

***CURIOSITA' TOPONOMASTICHE***

*

Un'escursione a Roma per le strade,

ma nun se sa da dove comincià;

prenno la mappa e poi 'ndò cade cade:

Piazza delle Coppelle...tocca annà.

C'era er Porto de Ripagrande lì, 

e traffico de vino c'era qui.

*

5)

*

L'antichi "Coppelle" nominarono

barilotti , dieci litri de vino,

dove l'Osterie pullularono

(vie dar nome de locande vicino).

Ma qui er fiume li veniva a...trovà:

scomparve er porto...i nomi stanno là.

*

6)

*

Ce sta er museo a celo aperto:

se sbocchi dar Corso su Via Condotti,

appena la percorri, stanne certo,

te senti come 'n affanno: che bòtti;

è tutto gratis quer che viene offerto.

La Barcaccia co' Trinità dei Monti...

mejo che vede' tremila tramonti.

*

7)

*

La piena der Tevere spinse lì

'na barca come fosse...carta straccja;

la gente annava a vede' e se stupì,

poi s'affezzionò e la chiamò "Barcaccia".

Er Bernini... genio napoletano,

la scolpì co' l'anima der...romano.

*

8)

*

Proggettò 'sta scalinata er Bernini,

ma Chiesa e Francia se litigavano

la proprietà come...bòni vicini(!)

Le scale un...secolo e terminavano,

che la Francia, finarmente, s'era aresa:

i romani a salì a vede' la Chiesa.

*

9)

*

La "Trinità" sopra la scalinata:

de stile gotico è 'sta costruzzione

ner millecinquecento terminata;

nella zona era francese er padrone.

Metodo de costruì de 'sto stile

è de sonà più in alto er campanile.

*

10)

*

***IL GOBBO DEL QUARTICCIOLO***

*

Veniva da Gerace, un calabbrese:

ragazzo-partiggiano e tutto ar volo

era er più sverto lì der Quarticciolo.

Lo cercava er tedesco e nun lo prese...

co'n difetto alla schiena, poca robba,

ne presero mille a Roma co' la gobba.

*

11)

*

***RELIQUIE DI SAN GIOVANNI***

*

Dalla Basilica de San Giovanni

furono rubbate pietre prezziose

dai sacrestani che, tra furti e 'nganni,

svorgevano attività criminose.

Scoppiò 'na lite e se liticarono

co' l'orefice e ce l'arestarono.

*

12)

*

Ce fu riprovazzione generale,

ma era er millequattrocentotrentotto

e ce fu 'na punizzione... tribbale:

due vennero arsi...er corpo cotto...

ma senza la mano destra amputata:

per un rito l'avevano tajata.

*

13)

*

Ar prete, aveva preparato er furto,

disse er Pontefice: "Ma quest'er colmo...",

fu trascinato da cavalli...d'urto...

pe' tutta Roma e 'mpiccato ad un olmo.

Annò a finì, co' le cattive o bòne,

se ripulì tutto...Napoleone!

*

14)

*

***QUANDO BERTA FILAVA? SOTTO NERONE.

*

Su Nerone ce n'è un sacco e 'na sporta:

te vide Berta filà sur telajo,

se ricordò delle Parche de 'na vorta,

e je disse: "Vjè a palazzo..."; "Che guajo...".

C'ebbe terre e lui la fila trovava,

je disse: "Sì, l'ho date a Berta quanno filava!".

*

15)

*

***VILLA STUART***

*

Acquistarono 'sta villa du' inglesi

che, allo spiritismo appassionati,

alle sedute ne erano... protési

e co' i riti a puntino celebbrati.

Scomparve lui e lei ebbe 'na scossa...

quanno caddero i muri e trovò l'ossa.

*

16)

*

***VITTORIA ACCORAMBONI***

*

Giordano Orsini, duca de Bracciano,

venne accecato d'amore e ne fu spinto

ad azzioni der tipo... disumano:

moje, poi er nipote de Sisto quinto

(cioè der papa), uccisi senza induggio:

lei la strozzò,lui a corpi d'archibuggio.

*

17)

*

E' vera, der milleseicento'sta storia:

questo per la bellissima, gegnale

e intrigante nobbirdonna Vittoria

che venne uccisa ed ar suo funerale...

ner mesto rito appena celebbrato...

nun se sa chi er duca l'avvelenato.

*

*

STENDHAL: VITTORIA ACCORAMBONI.

*

18)

*

***LE MASCHERE ROMANE: RUGANTINO.

*

*

'Sto Rugantino, che vordì arogante,

da paino cerca rogna...je rode;

sta sempre in giro come 'n ambulante,

solo a dì parolacce... se la gode.

Attaccabrighe, ma se scaja smette:

"Me n'ha date...ma quante je n'ho dette!".

*

19)

*

*

***LA PASQUA EBRAICA A TAVOLA***

*

*

La Pasqua ebbraica è festività

che dura giorni e l'esodo ricorda:

fuga dall'Eggitto e la libbertà.

Magnò così Mosè e nun ce se scorda;

e fu da allora, ovunque sia (e sia stato),

c'è da magnà er pane non lievitato.

*

20)

*

***L'ANTICO PORTO DI RIPETTA***

*

*

Er Porto de Ripetta...nun c'è più:

restano du' colonne e 'na fontana

ar giardinetto lì a Ponte Cavour.

Er fiume usciva mica cosa strana:

dentro casa se poteva sguazzà...

li murajoni dovettero arzà.

*

21)

*

***PIO IX, CICERUACCHIO E LA REPUBBLICA ROMANA***

*

*

'Sto Ciceruacchio era taverniere,

cjaveva da parlà cor Vaticano;

co' Pio nono ce stava delle sere

fino a che er popolo romano

je disse: "Cice', le storie so' vere,

'sto papa ai francesi je dà 'na mano...".

Fu così, se decise in quer momento,

de comincjà er vero Risorgimento!

*

*

* Su questo sito breve storia: 

* "Ciceruacchio".

*

*

22)

*

*

***BEATRICE CENCI***

*

*

"Affrontò la condanna cor coraggio...-

disse Mastro Titta, er boja, anni dopo-

c'era presente pure er Caravaggio...

per fini "professionali" lo scopo".

La confisca dei beni non fu simbolica:

l'acquisì la "Camera Apostolica".

*

*

* Contea di Torrenova, settemila ettari e

* castello al nipote del papa,Aldobrandini:

* acquistata all'asta.

*

23)

*

*

***LA MANO DI COSTANZA***

*

*

Le mani de Costanza affusolate

le vide 'n'artiggiano che, ammirato,

riprodusse in calco-gesso...ammirate...

ma le causarono un brutto stato

d'angoscia e ce se punse e poi morì...

se c'è la luna piena appare lì...

*

*

* Apparizione della mano ad una finestra

* di via dell'Anima c/o Piazza Navona...

*

24)

*

***IL COMPLEANNO DI ROMA***

*

*

Rimontano ogni anno, dalla cantina,

la campana alla Torre a Campidojo:

er ventuno aprile alla "Patarina";

la nascita non fu liscia come ojo.

Era da convive ma l'istinto scemo

li divise: Romolo accoppò Remo.

*

*

25)

*

*

***POMPONIO ALGERI, STUDENTE UNIVERSITARIO***

*

*

Pomponio, studente universitario,

ner bidone ojo, pece e trementina!

Era spirito...rivoluzzionario:

morì a Piazza Navona 'na matina.

Diceva sempre de nun crede' ai santi,

e fece la fine de chissà quanti.

*

*

Tant'è l'Ambasciate reclamavano

per miasmi de roghi e bolliture;

e se provvide... decapitavano...

senza fa più li fochi e le fritture.

Così pe' l'Ambasciate fu la pacchia:

da allora all'eretici la mordacchia!

*

*

* POMPONIO ALGERI, NATO A NOLA 1531;

* MORTO A P. NAVONA (ROMA) NEL 1556.

* RESIDENTE A PADOVA, ISCRITTO ALL'

* UNIVERSITA'.

*

*

*

***(S)pesso (P)icchiato (Q)ui a (R)oma***

*

*

27)

*

*

Sono stato, all'infanzia e giovinezza,

una "telecamera" e registravo

quelle percosse, inflitte con destrezza,

all'orfanello e anch'io ci capitavo.

Mi è rimasto quell'urlo inciso qua:

"non ho fatto gnente...me vò menà...".

*

*

28)

*

*

E delle punizioni corporali

ce n'era vario assortimento;

ma tra quelle ritenute speciali

(non era previsto alcun pentimento),

quella monaca fra le specialiste:

le mani le lasciava gonfie e piste.

*

*

29)

*

*

Noi orfanelli eravamo ammutoliti:

la suora ci prendeva ambo le mani

sotto le sue ascelle,noi a polsi uniti;

poi le bacchettate e gli urli disumani.

Noi bambini, allibiti e stretti stretti,

tutti chiudevamo gli occhi...in effetti.

*

*

30)

*

*

Nella mia "telecamera" sbiadita,

passa il tempo ma rimane importante

quel ricordo che a morire m'invita...

per descriverlo ci vorrebbe Dante.

Le bolge  ritrovo nei sogni...già:

Adriana mi  fa volare... qua.

*

*

31)

*

*

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DAL SITO " ROMA S. P. Q. R. "