Lunedì 15 Ottobre 2018

I 7 RE SPARITI...I° canto-33 STROFE; II° canto-15 STROFE;

*

*

*******CANTO I°*****************

*

(1)

*

Tra gli imperatori, quasi una gita,

mi ritrovai con massima cura

a scrivere le storie della vita.

*

(2)

*

Già, scrivevo tutto con la "Bic" scura

sul taccuino che stringevo forte,

e nel pensare sentivo... paura.

*

(3)

*

Questi imperatori che brutta sorte,

finché ho scritto erano pieni di guai

e andavano dovunque  con le...scorte.

*

(4)

*

Comandare da solo, come... fai,

ma tant'è vero che presi lo spunto:

dopo Domiziano me ne informai.

*

(5)

*

Ad un docente che ne chiesi,appunto

gli dissi:" E si coprivano le spalle...",

e lui mi spiegò, con il riassunto,

*

(6)

*

che la democrazia era giù a...valle

e, ognuno era tiranno, no poeta

che scriveva di fiori o di farfalle.

*

(7)

*

"Ecco -mi disse- Nerva arrivò a meta:

la vita gli era fin troppo durata,

e sapeva tutto fino alla...zeta.

*

(8)

*

Quella legge agraria venne applicata

e ai poveri terra e acqua...sorgiva...

insieme ai soldi era consegnata.

*

(9)

*

Ecco -diceva- da vecchio capiva

che c'era da guardare anche là in...basso

così che nel proprio letto moriva".

*

(10)

*

Poi, come fossi colpito da un sasso,

un black-out (ma una pausa certa):

è scomparso "Sette re" dietro un...masso;

*

(11)

*

l'imposizione a smettere è...sofferta,

che scrivo quel che la storia ha raccolto...

forse il tono sfonda una...porta aperta.

*

(12)

*

E chiamo ...Virgilio che sta in ascolto:

"Gli imperatori ce l'hai vicino,

togli il "maccheronico" gli fa torto.

*

(13)

*

Va bene il pontificato...divino,

però sono fritti come frittelle:

con rime adatte a chi ha bevuto vino".

*

(14)

*

Oh Vate, tu che vieni dalle stelle,

qualsiasi responso è una ragione

che le blocco  o girano le rotelle...".

*

(15)

*

Dal cielo le scintille (di stagione)

scoppiano (come un permesso ci stesse),

e gli devo allungare la canzone.

*

(16)

*

Per Nerva il popolo bene si espresse,

e al funerale si vide il legame:

certo, queste cose restano impresse.

*

(17)

*

Prima di Nerva comandò...il ciarpame:

a ciascuno a dirgli:" Sua bassezza...";

lui, qualcuno degno del...reame.

*

(18)

*

Ritenne che fosse appena una brezza:

"Principe ottimo", primo della lista,

Traiano adottato a quell'Altezza.

*

(19)

*

Ma degli altri la scia non l'ha vista:

non ce n'era uno a dire "mi dispiace";

di cose fatte c'è una lunga lista.

*

(20)

*

Dov'era guerra riportava pace:

Roma era un cantiere, hai detto poco...

si sfiorava il mento a dire "mi piace".

*

(21)

*

Per l'architettura ardeva di fuoco:

non solo per l'estetica ha sofferto

ma, anche porti e canali, era un...gioco.

*

(22)

*

Già, "l'età aurea" a vivere ha offerto:

cominciò l'era felice da lui

ed adottò Adriano (è un fatto certo).

*

(23)

*

Gli "Antonini" fuori dai tempi bui:

a imparare, non è mai troppo tardi,

sempre leggeva, anche appunti suoi.

*

(24)

*

Sapeva di arte, poesie e bardi,

e da scultore per le statue il gusto

di studiare dall'alba fino a tardi.

*

(25)

*

Lo studio con le statue e i mezzi busto

anche provenienti da Atene e Troja,

da Ilio i cimeli e qualcuno...combusto.

*

(26)

*

Insomma, cultore e mai con la noja;

la filosofia greca la sua fonte

"ch'è principio e cagion di tutta gioia".

*

(27)

*

Col popolo, Adriano fece un... ponte

ed insieme, sopra, a vedere il fiume;

quando era a posto con le navi pronte

*

(28)

*

salpò in viaggio ma senza quelle piume.

Governava in giro, da imperatore,

e osservava tutto con grande acume;

*

(29)

*

e, cosicché, l'impero era migliore:

"Già -disse dopo- l'inciviltà tolsi;

in giro, ovunque, a Roma ho fatto onore:

*

(30)

*

opere edificai, riforme sciolsi

e, del progresso, se ne ampliò il raggio:

svolta da far tremare vene e polsi...".

*

(31)

*

Nelle frontiere rinforzate, in viaggio,

la sicurezza dell'impero vide,

e ritornò a Roma da grande saggio.

*

(32)

*

Con la vita attiva il ritiro stride,

ma a villa Adriana ritrovò la via

dell'arte e scrivere: le sue guide.

*

(33)

*

Aveva percorso il mondo, così sia

e, adesso, era ad osservare...una foglia;

prese un foglio: "Dico all'anima mia...:

*

*

*

Animula vagula blandula(*)

Hospes comesque corporis

Qae nun abibis in loco

Pallidula rigida nudula

Nec ut soles dabis iocos...".

*

*

*

(Piccola anima smarrita e soave,

compagna e ospite del corpo,

ora t'appresti a scendere in luoghi

incolori, ardui e spogli,

ove non avrai più svaghi consueti...).

*

*

*

(*)Poesia in stile ellenistico di Adriano.

*

*

*

martedì, 13 agosto 2013

*

*

*

***************************************************************

*

(1)

*

Sono a Villa Adriana...numero uno,

qui ho fatto sorgere una vera serra;

ho girato il mondo come nessuno,

*

(2)

*

tutto questo, a sconfiggere la guerra:

le cose buone vanno preparate:

si sta bene con i piedi per terra

*

(3)

*

e godere libertà conquistate;

senza abbandonarsi a rabbie ed eccidi...

"qui si parrà la sua nobilitate...".

*

(4)

*

Comincjai il regno senza fastidi,

ne avvertivo la spinta prepotente

nel girare ma...senza i miei "fidi".

*

(5)

*

E non è stato un impero...apparente

che ho vissuto da...turista reale

per cambiare scenari, come niente.

*

(6)

*

"Girandolone" io? Niente di male,

che tra le proprietà faceva effetto

sempre qualcosa che era marginale:

*

(7)

*

al confine conquiste di un...distretto

"che fu dell'alma Roma e di suo impero",

però era a difesa del...tesoretto.

*

(8)

*

E, allora, restava l'alloro...vero:

da difenderlo per Roma col vanto;

cosicché a fortificare, lì, io c'ero.

*

(9)

*

Va bene, l'espansione ma, d'altro canto,

non si poteva tenere..."Legione"

e rivestirli dal cappello al manto.

*

(10)

*

Eccola qui l'effettiva estensione,

dopo i tagli del padrone "che vede"

dov'è che ci sta la giusta espansione.

*

(11)

*

Chiunque in me Aelius Hadrianus vede,

ma qui un semplice cittadino sono:

solamente all'interiorità...crede.

*

(12)

*

A queste sensazioni mi abbandono:

Aelius Hadrianus per le folle

e, a cercare me stesso, mi abbandono.

*

(13)

*

L'origine da Atri, il destino volle,

dove Trajano fece la proposta:

"Diamo l'educazione con... le molle,

*

(14)

*

adesso è orfano la cosa gli costa:

l'adotto io e, certo, sarà un'impresa,

ma sarà il mio erede, è fatto apposta...".

*

(15)

*

Quella dichiarazione avevo intesa:

d'ombra la mia esistenza era sgombra;

di emulare Trajano era un'impresa.

*

(16)

*Arrivo al potere senza alcuna ombra,

e quello militare si risolve

di pulire i ranghi che il dubbio adombra.

*

(17)

*

L'Amministrazione il Senato assolve

con soddisfazione (ci siamo intesi)

le loro occhiate non erano torve.

*

(18)

*

"Io ero tra color che son sospesi",

vista la fine ch'era stata...quella

dei predecessori, mai illesi.

*

(19)

*

Volli sfidare la mia buona stella:

tolleranza, ch'è la norma più sana,

un'opera buona non si cancella:

*

(20)

*

schiavi da trattare in maniera umana;

poi i cristiani, pieni di paura,

Comunità da non lasciar lontana.

*

(21)

*

Beh, la preparazione è stata dura,

che di fare le riforme ho insistito;

l'amministrazione non si trascura:

*

(22)

*

il personale l'ho sostituito;

e, una volta ch'era tutta cambiata,

sulla grande mappa puntai il dito.

*

23)

*